La Scuola dell’Infanzia «Mons. Castellani» nasce dall’esigenza di avere in loco un’organizzazione formativa che non persegua fini di lucro, bensì volta all’educazione intellettuale, morale, religiosa, fisica, umana e civile dei bambini dai 3 ai 5 anni di età.

Gestione e amministrazione della scuola

La gestione e l’amministrazione è affidata dalla Parrocchia all’Associazione «Crescere con i Piccoli» costituita dai genitori e da qualsiasi soggetto interessato all’attività della Scuola.

Organi dell’Associazione:

  • Assemblea dei soci
  • Consiglio di Amministrazione

Il Consiglio di Amministrazione:

  • provvede a tutti gli atti di ordinaria amministrazione della Scuola stessa e ne approva il rendiconto economico. Quest’ultimo adempimento dovrà avvenire: entro 6 mesi dalla conclusione dell’anno solare, per il rendiconto consuntivo corredato dalla relazione annuale; due mesi dopo la chiusura delle pre-iscrizioni, per il rendiconto preventivo;
  • propone l’assunzione di personale;
  • fissa le rette mensili dei bambini e la quota d’iscrizione e si riserva di praticare un trattamento di favore a quelli appartenenti a famiglie in condizioni economiche disagiate.

Attualmente i membri del Consiglio di Amministrazione sono:

  • Lara Tomasetig, Presidente
  • Selene Boscari, Vice-Presidente
  • Loreta Venir, Segretario/Tesoriere
  • Chiara Andreussi, Consigliere
  • Luna Artico, Consigliere
  • Sara Felice, Consigliere
  • Michele Nicoloso, Consigliere

Spetta al Presidente del Consiglio di Amministrazione:

  • rappresentare la Scuola in tutte le sedi (ecclesiastiche, civili, amministrative e giudiziarie);
  • stipulare convenzioni con altri enti;
  • nominare il personale;
  • curare l’esecuzione delle delibere;
  • convocare e presiedere l’Assemblea dei Genitori e le riunioni del comitato di gestione;
  • prendere, in caso di urgenza, i provvedimenti richiesti dalla necessità e riferire quanto prima al Consiglio.

I ruoli vengono definiti in Consiglio d’Amministrazione del comitato di gestione. Il comitato di gestione si riunisce su convocazione del Presidente o del Vice-Presidente. Le riunioni ordinarie si terranno almeno una volta ogni due mesi. Le riunioni straordinarie si terranno quando il Presidente le convocherà di sua iniziativa o su richiesta scritta di almeno 2/3 dei membri.

 

Identità e finalità dell’associazione

L’associazione Crescere con i Piccoli intende perseguire i seguenti obbiettivi:

  • Favorire e curare la crescita fisica e l’educazione intellettuale, morale, religiosa, civile e sociale dei bambini di Artegna e dei comuni limitrofi senza disparità di trattamento e con particolare attenzione ai più bisognosi;
  • Esercitare l’attività di gestione, diretta e indiretta, di una scuola dell’infanzia e di un prolungamento estivo nonché di ogni altra iniziativa a favore dei bambini residenti ad Artegna e nei comuni limitrofi.

Organi collegiali

Il collegio docenti:

Esso è composto da tutte le docenti in servizio nella scuola e dalla coordinatrice. Ha il compito di:

  • Deliberare in materia di funzionamento didattico;
  • Elaborare il Piano dell’Offerta Formativa (P.O.F.);
  • Valutare l’efficacia dell’azione educativa;
  • Promuovere iniziative sperimentali sulla didattica;
  • Effettuare la valutazione complessiva della scuola stessa.

Esso si riunisce una volta all mese o quando le necessità lo richiedono.

Il consiglio d’intersezione:

Esso è composto da tutte le docenti in servizio nella scuola e da tutti i rappresentanti dei genitori. Si riunisce al di fuori dell’orario di servizio ed è presieduto dalle insegnanti stesse. Le sue finalità sono soprattutto di natura organizzativa, formulare al collegio dei docenti e agli organismi gestionali della scuola proposte in ordine all’azione educativa e didattica e ad iniziative innovative finalizzate all’ampliamento dell’offerta formativa. Inoltre ha il compito di agevolare ed estendere i rapporti reciproci tra docenti e genitori. Si riunisce anch’esso quando ne venga fatta richiesta da una delle due parti. Ruolo del rappresentante di sezione dei genitori:

  • Partecipa alle riunioni di consiglio d’intersezione;
  • Deve porsi come facilitatore dei rapporti fra genitori e docenti;
  • Può convocare l’assemblea di sezione dei genitori.
To Top